3° Istituto - Infanzia - Don Milani
 

IL CAPPELLO CHE NOI PORTIAMO:STORIE DI COPRICAPI E DI CULTURE


IL CAPPELLO CHE NOI PORTIAMO:STORIE DI COPRICAPI E DI CULTURE

Un giorno il Cappellaio magico è venuto a scuola e ci ha regalato la sua valigia piena di cappelli che ha raccolto girando molti paesi del mondo…

 

IL CAPPELLO CHE NOI PORTIAMO

PROGETTO: Storie Di Copricapo E Di Culture.

Visti i molteplici movimenti immigratori presenti nel nostro territorio , e i nuovi inserimenti scolastici, i docenti ritengono opportuno attivare un progetto di accoglienza/inserimento/integrazione/inclusione per favorire l’ingresso a scuola dei nuovi alunni e delle loro famiglie.

L’obiettivo del progetto è sensibilizzare i bambini nell’accettare una pacifica convivenza fondata sul rispetto delle diversità e sulla valorizzazione di ogni singola persona e della sua cultura.

Educare alla differenza significa quindi muoversi verso l’altro con curiosità ed interesse; approfittare dell’incontro per riscoprirsi, integrarsi, interagire e cooperare con chi è diverso.

Il progetto si è realizzato nel corso dell’anno scolastico 2013-2014  attraverso momenti laboratoriali che hanno messo in evidenza la ricchezza e il valore di diverse culture in riferimento alle varie tipologie di copricapo della tradizione o usate nella quotidianità.

 

Valorizzare, con continuità di interventi, le esperienze svolte negli anni precedenti attraverso tematiche differenti che favoriscano lo scambio e il confronto fra famiglie appartenenti a diverse culture.

  •  realizzazione diversi incontri in cui siano coinvolti tutti i bambini della scuola
  •  rielaborazione dei contenuti attraverso l’attivazione di laboratori
  •  utilizzo di immagini,testi,favole
  •  intervento
  • diretto di mamme e papà a scuola con costumi o oggetti di culture, tradizioni;
  •  predisposizione di laboratori linguistici e manipolativi;
  •  utilizzo di materiali didattici di vario genere , tipo : libri illustrati , giochi , computer , fotografie , ecc.. uncappelloacolori2.jpg

IL SOMBRERO

SOMBRERO2.jpg

 

CONVERSAZIONE SUGLI ABITI DEL MONDO

I. Dove siete nati?

B.In Italia

I.Il paese di origine di molti bambini è Sassuolo in Italia. Il paese di origine è il paese dove siete nati. Saad dove sei nato tu?

S. In Marocco

I.Basma, Sami, Hamza..dove siete nati? Sentite che sono nomi diversi dai nomi italiani. Perché i loro genitori vengono da paesi lontani come il Marocco, Iran. Dove ci sono tante culture

Martina. Sono diverse

I.In questi paesi u

Martina. Hanno delle sciarpe attaccate al vestito perché non vogliono che si veda la testa

Saad. Si chiamano veli e coprono i capelli

I.Perché si mettono i veli

Saad. Le femmine marocche devono mettere il velo

I.Le donne italiane non si mettono il velo, la cultura delle donne del Marocco invece dice di mettersi il velo. Se lo mettono in casa?

Saad.No

Hamza. No

I.E gli uomini?

Hamza. Era tutto bianco con il vestito lungo

I.Anche gli uomini allora hanno dei vestiti diversi

Hamza. Un cappellino bianco

 

Finalita’:
 
 
3° Istituto Comprensivo sede Direzione presso la scuola Primo Levi via Mercadante, 4 - 41049 Sassuolo (Mo)
C.F. 93036680366 moic82800c@istruzione.it